Pordenone

Cenni storici
Nel 1920 don Giuseppe Marin, sacerdote della diocesi di Concordia, inizia nella ex villa Querini, di sua proprietà, un centro - pensionato per gli alunni delle scuole cittadine: elementari e complementari e per il “Ginnasio Paterno” già fondato dallo stesso don Marin nel palazzo pure di sua proprietà. Già da allora il centro-pensionato è intitolato a don Bosco. Nel 1924 il Centro viene affidato ai Salesiani, ai quali don Marin cede la proprietà. Nel contempo, son Marin si impegna a iniziare entro l’anno scolastico un nuovo istituto, attiguo ai locali esistenti, che fosse pronto per l’anno 1926-27. Nel primo anno scolastico i ragazzi non raggiungono il centinaio e la prima elementare con 25 alunni è interna, affidata ai Salesiani. L’anno successivo due classi del “Ginnasio Paterno” passano all’Istituto e interna, assieme alla quinta, vi è anche la quarta elementare. Il 20 giugno 1926 si poneva come Ginnasio “Don Bosco”, il 7 agosto 1939 il Ginnasio “Don Bosco” è associato all’ENIM e parificato alla scuola governativa. Il 6 ottobre dello stesso anno è autorizzata l’istituzione del Liceo Classico, continuazione del Ginnasio parificato. Si incomincia con la prima classe del Liceo che nell’aprile del 1940 viene parificata. Tutto il Liceo è riconosciuto legalmente con decreto ENIMS 791/43. Nel 1951 gli allievi aumentano fino a 558. Su sollecitazione del Vescovo e delle autorità civili, si organizza una scuola per apprendisti meccanici. Il 2 giugno 1964, dalla Presidenza della Repubblica, su proposta del Ministero della Pubblica Istruzione, viene concessa al Centro Don Bosco la medaglia d’oro con diploma di prima classe, come “Benemerito della Scuola, della Cultura e dell’Arte”. Nel 1973-74 nelle superiori inizia la “scuola mista”. Il 247 gennaio 1984 inizia la Scuola Sperimentale. Sotto la direzione di don Walter Cusinato viene presentata al Ministero della Pubblica Istruzione la richiesta per ottenere l’autorizzazione alla sperimentazione, in base all’art. 3 del DPR 31.05.74 n. 419, di un quinquennio (biennio+triennio) con due indirizzi: Letterario-Classico ed Economico-Ammistrativo-Aziendale, secondo un’ipotesi operativa (Progetto) formulato dalla scuola medesima. Il 17 agosto con DM viene approvata la nuova scuola: il “Quinquennio Sperimentale Pluricomprensivo”, con i due indirizzi.
Il 16 novembre 1991 con DM, ratificato dal DM 20.5.82, si concede l’autorizzazione a svolgere in via graduale a partire dall’a.s. 1991-92, la sperimentazione secondo i nuovi piani di studio della Scuola Secondaria Superiore (Programmi Brocca). Il 24 aprile 1992 inizia la Scuola Sperimentale. Con DM viene autorizzata la sperimentazione dell’indirizzo scientifico, in via graduale a partire dall’a.s. 1992-93, poi posticipata all’anno scolastico successivo. Il 25 maggio 1992 con DM viene riconosciuto l’Istituto Tecnico Commerciale “Don Bosco”, avendo il Ministero ravvisato l’incongruità tra la sperimentazione dell’indirizzo economico-amministrativo-aziendale rispetto al Liceo Ginnasio, come scuola che aveva richiesto la sperimentazione stessa.
A partire dall'a.s. 2014-2015 a causa di un drastico calo delle domande di iscrizione viene decisa la non apertura della prima classe dell'Istituto Tecnico Economico. Il successivo anno scolastico analoga decisione viene presa per il Liceo Classico e il Liceo Scientifico. A partire da marzo 2016 inizia un serio ripensamento dell'offerta formativa delle scuole del Collegio Don Bosco, attraverso un ampio coinvolgimento delle forze del territorio e di consulenti esterni.
Con settembre 2016 si dà avvio alla progettazione e promozione di nuovi progetti curricolari per tutti e tre gli ordini di scuola, al termine delle iscrizioni, nonostante l'alto gradimento da parte delle famiglie per le nuove proposte per il primo ciclo (Primaria e Secondaria di 1° grado) , riscontrando un numero di adesioni insufficienti l'Ispettore con il suo Consiglio decretano la chiusura delle scuole superiori del Collegio Don Bosco e chiedono al Consiglio della Casa di portare a termine l'esperienza con gli alunni allora iscritti.
Nello stesso anno invece ha grande successo la proposta per il primo ciclo e per questo il Consiglio della Casa e i Collegi Docenti delle due scuole decidono di continuare ad investire nei progetti curricolari e di personalizzazione.

Offerta scolastica

  • Scuola Primaria paritaria (prot. n. 3451 del 09.11.2000)
  • Scuola Secondaria di 1° grado paritaria (prot. 4325/c18 - 19.07.2001)
  • Liceo Classico Paritario (prot. 4326/c18 - 19.07.2001) in chiusura nell'a.s. 2019-20
  • Liceo Scientifico paritario (prot. 4325/c18 - 19.07.2001) in chiusura nell'a.s. 2019-20

Organico
Direttore: don Riccardo Michielan
Coordinatore didattico Scuola Primaria, Preside Scuola Secondaria di 1° e 2° grado: don Lorenzo Teston
Animatore pastorale Scuola Primaria e Secondaria di 1° grado: don Gilberto Driussi
Animatore pastorale Scuola Secondaria di 2° grado: don Lorenzo Teston

Indirizzi
Collegio “Don Bosco”
Viale Grigoletti, 3 – 33170 Pordenone
Tel. 0434 38.34.11
Fax 0434 38.34.10
www.donbosco-pn.it