Orientamenti europei

1. L’UE nel 2019: Relazione generale e risultati raggiunti

La relazione generale pubblicata l’11 marzo 2020 dalla Commissione europea illustra le principali iniziative e i risultati di maggior rilievo ottenuti dall’UE nel corso dell’anno precedente.

L’edizione 2019 mette in risalto il Green Deal europeo, annunciato dalla Presidente Von Der Leyen nel dicembre 2018, che mira a fare dell’Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050 e al tempo stesso a creare posti di lavoro, a migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, a tutelare l’ambiente e a non lasciare indietro nessuno.

La Relazione illustra anche i risultati ottenuti dall’UE a beneficio degli europei.
Nel 2019 l’economia europea ha registrato il suo settimo anno consecutivo di crescita, l’occupazione ha raggiunto un livello record e la disoccupazione è scesa al 6,3%, il livello più basso dall’inizio del secolo. Il piano di investimenti per l’Europa ha mobilitato oltre 439 miliardi di EUR di investimenti in tutta Europa.
L’UE ha anche riaffermato il suo ruolo di potenza commerciale. Nel 2019 sono entrati in vigore gli accordi commerciali con il Giappone e Singapore e l’UE ha concluso i negoziati per un accordo con il blocco commerciale del Mercosur e ha firmato un accordo con il Vietnam.

2. CEDEFOP: pubblicazioni recenti

Si segnalano tre pubblicazioni recenti.

2.1. Primo Report

Il primo report offre un aggiornamento statistico sull’Istruzione e Formazione Professionale e l’apprendimento permanente nei Paesi europei, raccogliendo i dati provenienti dalle principali fonti internazionali su questo tema.

2.2. Secondo Report

Il secondo report è focalizzato sul potenziamento degli adulti attraverso percorsi di upskillg  e reskilling (volume primosommariosituazione italiana).
Lo studio stima l’entità della popolazione adulta poco qualificata in base a più fattori: livelli di istruzione, competenze digitali, l’alfabetizzazione, nonché la perdita o l’obsolescenza delle competenze.
Una migliore comprensione dell’entità della popolazione adulta scarsamente qualificata è cruciale per una migliore progettazione di percorsi efficaci di riqualificazione.

2.3. Terzo Report

Il terzo report insiste sulla transizione: “transizione” è la parola chiave che segna il quadro politico 2019 e 2020 in cui opera il Cedefop.
La nuova Commissione ha fissato un obiettivo molto ambizioso per l’UE: passare a un’economia verde e digitale che sia al servizio delle persone e non lasci indietro nessuno. Affinché questa transizione abbia successo, è essenziale investire maggiormente nelle competenze e nell’apprendimento lungo tutto l’arco della vita per tutti.

3. SCUOLA DI CITTADINANZA EUROPEA – proposta on-line di Feltrinelli

In questo periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli continua a essere a fianco dei docenti per mantenere vive le relazioni educative e promuovere la conoscenza. Lo fa attraverso Scuola di Cittadinanza Europea, una proposta formativa online rivolta alle scuole secondarie e articolata in tre percorsi tematici e di approfondimento dedicati a storiacittadinanzasostenibilità.

Il portale offre tante risorse digitali gratuite e a disposizione di tutti: oltre 30 kit didattici, video interviste a esperti nazionali e internazionali, mostre digitali navigabili dal web, ebook scaricabili e persino l’accesso alla biblioteca digitale della Fondazione.

Un’offerta multidisciplinare che vuole mettersi in dialogo con i giovani cittadini per aiutarli a interpretare criticamente il contesto civico in cui vivono e aiutarli a capire il senso della partecipazione civica, culturale e sociale della comunità.

4. NOVE ANNI DI GUERRA IN SIRIA - Dossier Caritas sul ruolo della donna

Mentre in Italia l’emergenza legata alla diffusione del COVID-19 assorbe ogni nostra attenzione, occorre non abbassare lo sguardo verso altre tragedie non meno importanti e che durano da ancor più tempo.

Siamo infatti arrivati ormai al nono anno dalla guerra in Siria, che dal 15 marzo 2011 oltre a provocare un doloroso esodo verso i paesi vicini, vede soffrire in modo particolare le donne: vittime, schiavizzate, violentate da una guerra che non hanno scelto.

A questo ennesimo e luttuoso anniversario, proprio per non dimenticare, Caritas Italiana dedica il suo 55° Dossier con Dati e Testimonianze (DDT) dal titolo "Donne che resistono. Non solo vittime della guerra, ma parti attive del Paese che verrà", animato dalla volontà di ripartire dal femminile, analizzando i molteplici contesti di conflitto nel mondo e i tanti ruoli svolti dalle donne in quei luoghi: da vittime di violenze perpetrate dagli uomini a pilastro che regge la famiglia e guida la società al di là della guerra.

Questo DDT si aggiunge ai 54 già pubblicati da Caritas Italiana a partire dal 2015, tutti disponibili on-line. Gli ultimi 5 sono dedicati alla Siria:

Orientamenti nazionali

1. GOVERNO 

1.1. CORONAVIRUS: DL 17 marzo 2020, n. 18

Sui vari siti sono online le pagine dedicate al Coronavirus e le ricadute sulle istituzioni scolastiche e formative.

Nel sitosi riportano tutti gli atti normativi adottati che coinvolgono istituzioni scolastiche e formative.

In G.U. (Anno 171 – numero 70) è stato pubblicato il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18Misure di potenziamento del Servizio Sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il provvedimento è rilevante per gli atti assunti anche nei confronti delle scuole paritarie e delle istituzioni formative accreditate, oltre che delle scuole statali.

Si allegano il Comunicato stampa del CdM n. 37; il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18; la Relazione tecnica; la Relazione illustrativa.

1.2. COMMENTI / COMUNICAZIONI sul DL 17 marzo 2020, n. 18

1.2.1. FIDAE

Decreto Legge “CURA ITALIA”: sinossi per le scuole paritarie (a cura della FIDAE, sentiti esperti in ambito fiscale e legale, aggiornato al 24 marzo 2020).
Il documento descrive le misure previste negli articoli del DL “Cura Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 17.3.2020, riguardanti anche le scuole paritarie. Il documento viene continuamente aggiornato e può essere consultato sul sito.

1.2.2. AGIDAE

Il 19 marzo 2020 l’Agidae Scuola e università ha sottoscritto un Accordocon le Organizzazioni Sindacali a seguito del DL n. 18/2020 sulla situazione di crisi derivata dal COVD-19. Si allega il comunicato Agidae del 18 marzo 2020; il comunicato Agidae del 20 marzo 2020.

Si allegano anche atti successivi dell’INPS. L’INPS ha emanato il messaggio n. 1287 del 20 marzo 2020 e allegato, con il quale fornisce le prime informazioni sulla presentazione delle domande per Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario e Cassa integrazione in deroga, previsti dal Decreto Legge n. 18/2020. c.d. Cura Italia.
Con messaggio n. 1281 del 20 marzo 2020 e allegato, l’Inps ha fornito sintetiche precisazioni riguardo alla fruizione dei congedi parentali per i lavoratori autonomi (iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps e alla gestione Inps) e i dipendenti pubblici; del bonus per i servizi di baby-sitting per le prestazioni effettuate nei periodi di chiusura scolastica e dell’incremento di 12 giorni di permesso retribuiti complessivi per il mese di marzo e aprile, che si aggiungono ai 3 giorni mensili già previsti dalla Legge 104/1992.

1.2.3. FORMA

FORMA, l’Associazione che coordina gli Enti di Formazione Professionale che operano in Italia ha elaborato vari documenti su questo provvedimento.
Oltre a quello allegato si rimanda al sito che contiene vari documenti che commentano e/o propongono correttivi. Auspica, soprattutto, che l’anno formativo, in analogia a quanto deliberato per l’anno scolastico, trovi adeguata soluzione.

1.2.4. CONFINDUSTRIA

In Italia, con il Decreto Legge Cura Italia sono state adottate prime misure specifiche per il rafforzamento del sistema che vanno però completate e rafforzate.

Confindustria riconosce lo sforzo compiuto dal Governo ma allo stesso tempo ritiene cruciale che si definisca fin d’ora il quadro delle prossime azioni, sintetizzate nel documento allegato.

1.2.5. CISLSCUOLA

Scheda n. 11/2020: una prima scheda predisposta dalla Segreteria Nazionale CISL Scuola: analisi delle disposizioni del DL 17 marzo 2020 n. 18 ("Cura Italia") di particolare interesse per i settori della Formazione Professionale e della Scuola non statale.

Scheda n. 10/2020: una seconda scheda predisposta dalla Segreteria Nazionale CISL Scuola (Ufficio Sindacale Legislativo): analisi delle principali disposizioni del decreto legge 17 marzo 2020 n. 18 ("Cura Italia"), con particolare attenzione a quelle riguardanti il settore scuola o comunque di interesse anche per il personale scolastico.

1.2.6. FLC CGIL

Un nuovo Decreto Legge per affrontare l’emergenza.
La FLC CGIL ha elaborato una scheda di analisi sul provvedimento (18.03.2020).

1.2.7. DL e Terzo Settore (newsletter di Vita del 16.03.202)

Nella scheda elaborata ci si sofferta su tre aspetti: interventi sugli adempimenti, interventi sulle erogazioni liberali e interventi sui finanziamenti.

1.2.8. ACLI

Una scheda curata da ACLI mette in evidenza le misure del DL 18/2020: terzo settore e non profit. Misure di sostegno al lavoro, misure fiscali diverse, misure varie.

1.3. PROVVEDIMENTI ULTERIORI

Il 21 marzo 2020 il Presidente CONTE ha fatto una ulteriore Dichiarazioni annunciando nuove misure per il contenimento dell’epidemia. Si allega il DPCM del 22 03 2020 e l'Allegato al DPCM.

2. MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

2.1. DL “CURA ITALIA”: le nuove misure per la scuola

In una apposita scheda, Roberto Calienno, sintetizza i principali provvedimenti contenuti nel DL Cura Italia relativamente alla scuola  (23 03 2020).

Si allega anche un sussidioche approfondisce la questione emergente del coronavirus: il quadro giuridico di riferimento – fare scuola durante questa emergenza – didattica a distanza e come organizzarla.

Tuttoscuola ha dedicato vari interventi all’emergenza coronavirus e ai conseguenti riflessi sula didattica.   

2.2. LA FORMAZIONE A DISTANZA: dibattito,  proposte …

È disponibile sul sitodel Ministero dell’Istruzione la notainviata alle scuole con le prime indicazioni operative per la attività di didattica a distanza. Roberto Sconocchini cura questa scheda su: alla didattica a distanza. Si allega un Dossier di Il Sole 24 ore: La scuola da casa: La scuola digitaleLe RegoleLe PiattaformeI contenutiLe eccellenzeLe TestimonianzeLe UniversitàGli investitori.

2.3. PARITÀ SCOLASTICA: 20 anni fa la Legge 62/2000

La parità scolastica compie 20 (venne approvata il 10 marzo 2000), ma manca ancora «il passo per dare finalmente compiutezza e attuazione al diritto di scelta delle famiglie in campo educativo», senza sottoporle a ulteriori oneri economici.

Si allega il Comunicato del CNSC (10.03.2020); una scheda sulla parità scolastica (08.03.2020); La qualità della scuola cattolica (gennaio 2020).

3. MLPS

3.1. MISURE DEL LAVORO contenute nel DL 18/2020

Le misure del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali contenute nel Decreto “Cura Italia”:
Abbiamo messo in campo misure per 10 miliardi di euro a tutela di lavoratori, famiglie e imprese. Assicuriamo ammortizzatori sociali in deroga, aiutiamo i lavoratori autonomi e stagionali, favoriamo lo smartworking e i congedi parentali al 50% dello stipendio” commenta così il pacchetto di misure il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo.

3.2. MERCATO DEL LAVORO 2019

Il Rapporto è stato socializzato il 10 marzo 2020.
La comparsa del Covid-19 a gennaio 2020 e la sua rapida diffusione in Cina e nel resto del mondo stanno indebolendo ulteriormente le prospettive di crescita economica con un prevedibile impatto sfavorevole anche sul mercato del lavoro”. Prima dell’emergenza coronavirus i dati su lavoro e industria risultavano positivi per il nostro Paese.

Lo rileva l’Istat nel Rapporto 2019 (di ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal) sul mercato del lavoro, ma evidenziando anche tra fine 2019 e inizio 2020 un calo per quanto riguarda l’occupazione. Nel terzo e quarto trimestre 2019, l’occupazione in Italia "è al massimo storico di 23,4 milioni di unità, ma nei dati preliminari di dicembre e gennaio si registra un calo sia del numero di occupati sia del tasso di occupazione”. Cresce il part-time, sempre più spesso involontario, ossia non per scelta ma perché unica alternativa rispetto ad un orario di lavoro standard. Forti le differenze fra Italia e Ue sul suo utilizzo.

Ma all’aumento del numero degli occupati non è corrisposto comunque  un aumento delle ore lavorate. "Permane - si legge nel rapporto - la tendenza ad una crescita occupazionale a bassa intensità lavorativa: il numero di occupati supera il livello del 2008 ma la quantità di lavoro utilizzato è ancora sensibilmente inferiore".
Inoltre "la quota di occupati a tempo parziale che dichiara di non aver trovato un lavoro a tempo pieno è passata dal 40,2% al 64,1% mentre in Europa è scesa dal 24,5% al 23,4%". In Italia il ricorso al part-time "si lega più a strategie delle imprese che ad esigenze degli individui e ha rivestito un ruolo di sostegno all’occupazione nei periodi di forte calo del tempo pieno".

L’Istat, inoltre, fornisce i dati sulla produzione industriale a gennaio, quando ancora non era arrivata l’emergenza coronavirus, rimbalza del 3,7% sul mese. Un rialzo così nella serie storica destagionalizzata partita nel 1990 si era toccato solo nell’agosto 2007. Si allega una sintesi del Rapporto.

    Orientamenti regionali

    1. Il GOVERNO delle Regioni

    La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha la finalità di:

    • definire, promuovere posizioni comuni su temi di interesse delle Regioni, elaborare documenti e proposte al fine di rappresentarle al Governo e al Parlamento e agli altri organismi centrali dello Stato e alle Istituzioni Comunitarie;
    • predisporre pareri e base di intesa in osservanza della legislazione vigente;
    • favorire il raccordo con le autonomie locali a livello nazionale.

    Per realizzare le finalità la Conferenza delle Regioni, presieduta da un Presidente e un Vicepresidente, si è articolata in Commissioni, individuate in base ai gruppi di materie omogenee di competenza delle Regioni e delle Province Autonome. Nella scheda allegata si riportano anche gli Assessori regionaliincaricati nelle materie dell’Istruzione, della Formazione Professionale e del Lavoro.

    2. ITS in Toscana

    Una ricerca curata dall’IRPET (Istituto Regionale Programmazione Economica) della Toscana presenta l’offerta di Istruzione Tecnica Superiore nella Regione (dicembre 2019).

    Rapporti e pubblicazioni

    1. ANPAL: apprendistato di 1° livello

    La nota di Anpal Servizi raccoglie le agevolazioni previste per apprendistato di primo livello con le novità e le conferme della legge di Bilancio 2020.

    2. ANPAL: apprendistato di 3° livello

    È disponibile online il focus sull’apprendistato di alta formazione e ricerca preparato da Anpal Servizi. La nota illustra le caratteristiche dell’apprendistato ed è arricchito da una serie di documenti, tra i quali: le normative nazionali e regionali; una guida operativa e tutti i format necessari per l’attivazione del contratto; tre decaloghi rivolti a Università, ITS e imprese; un esempio di contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca.

    3. ADAPT: certificazione delle competenze

    L’articolo di Lilli Casano ripercorre i limiti e le difficoltà dell’implementazione del sistema italiano di certificazione delle competenze.


    4. EURISPES. Donne: 8 marzo: una festa a metà (8 marzo 2020)

    Le donne rappresentano il 51,3% della popolazione italiana, mentre a livello mondiale sono poco meno della metà rispetto agli uomini.
    Tenendo conto che l’aspettativa di vita delle donne è generalmente più lunga di quella degli uomini e che la maggior parte dei paesi del mondo, Italia compresa, ha più donne che uomini, questa distribuzione a livello mondiale è spiegata dall’enorme divario di genere esistente in alcuni paesi, specialmente i più popolosi.
    Se nei paesi europei e americani le donne sono molte di più rispetto agli uomini, il saldo si sposta in favore della componente maschile in paesi come gli Emirati Arabi, la Cina, l’India e tutto il Nord-Africa, a causa di politiche dinamiche sociali che favoriscono la sopravvivenza maschile rispetto a quella femminile. Si riporta il testo dell'indagine Eurispes 8 marzo: una festa a metà.

     RINNOVO DEL CCNL-SCUOLA

    1. Contratti collettivi nazionali lavoro: 2016-2018

    1.1. Il 26 gennaio 2016: firmam del CCNL ANINSEI

    Il 26 gennaio 2016 è stato firmato il CCNL-ANINSEI tra Aninsei (Confindustria Federvarie) e FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals – Conf.sal per il personale della scuola non statale.

    1.2.    Il 7 luglio 2016: firma del CCNL AGIDAE 

        •  Il giorno 7 luglio 2016, in Roma, presso la Sede Nazionale dell’AGIDAE, in Via Vincenzo Bellini 10, dopo la sigla dell’Ipotesi di Accordo del 13 aprile 2016, tra l’AGIDAE e le OO.SS. è stato stipulato il seguente Contratto Collettivo Nazionale che disciplina il trattamento normativo ed economico per il personale direttivo, docente, amministrativo, tecnico ed ausiliario occupato negli Istituti aderenti all’AGIDAE.    
    Il CCNL-AGIDAE è composto di tre parti e di Allegati.

        •  Nel numero 3-4 della Rivista il presidente AGIDAE presenta, nell’editoriale, il nuovo CCNL-AGIDAE 2016 – 2018. 

        •  Il 6 febbraio 2018 Agidae e OO.SS firmano un Accordo: Allegato 4: Apprendistato professionalizzante. Accordo tra Agidae e OO.SS. di Categoria. 

    1.3.    FISM 1.1.2016 – 31.12.2018  

    Il 12 dicembre 2016 è stato firmato il Contratto Collettivo Nazionale FISM.

    1.4.    CCNL UNIVERSITÁ PONTIFICIE E FACOLTÁ ECCLESIASTICHE (2017-2020)

    Il 22 settembre 2017 è stato firmato il CCNL Università Pontificie e Facoltà Ecclesiastiche 

    2. Disdetta contratti e avvio nuova trattativa (2018 ...)

    Disdettati dalle Organizzazioni sindacali i contratti collettivi nazionali di lavoro delle scuole paritarie associate ad AGIDAE, ANINSEI e FISM. I contratti erano tutti in scadenza il 31 dicembre 2018. La disdetta è il primo passo per l'apertura delle trattative di rinnovo
    Con formale nota e nel rispetto dei tempi stabiliti dai rispettivi istituti contrattuali, le Organizzazioni sindacali di categoria nazionali di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e SINASCA hanno inviato formale disdetta - a giugno 2018 – del CCNL AGIDAE 2016-2018, CCNL ANINSEI 2015-2018, CCNL FISM 2016-2018.  
    I sindacati di categoria riunitisi il 28 giugno scorso, hanno convenuto di predisporre proposte contrattuali unitarie da inviare alle associazioni AGIDAE, ANINSEI e FISM dopo la estiva. 

    2.1. AGIDAE

    Il 29 marzo 2019 le OO.SS. (FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNAL CONFSAL, SINASCA) hanno inviato al Presidente AGIDAE le linee di piattaforma per l’avvio della trattativa:

        •  Lettera del 29 marzo 2019: Rinnovo CCNL/AGIDAE 2019/2921  Linee di piattaforma – Richiesta avvio trattativa 

        •  Linee di piattaforma contrattuale per il rinnovo del CCNL 2019-2021 AGIDAE/SCUOLA 

    3. AGGIORNAMENTI 

    3.1. Scheda Montemarano: marzo 2020 

    Con la news di marzo 2020, lo studio Montemarano aggiorna sulle normative più recenti.

    3.2. FIDAE: DOCETE

    La Rivista n. 19 contiene, tra l’alto, indicazioni su:

    1. Legge 62/2000: vent’anni di parità scolastica
    2. Quale futuro per le STEM
    3. “Senza oneri per lo Stato”. L’ultima interpretazione giurisprudenziale sul tema

    3.3. AGIDAE: Rivista n. 6

    La rivista affronta, tra l’altro:

    1. L’editoriale della Rivista
    2. Le attività di religione e di culto e le attività diverse nei rapporti di lavoro: gli orientamenti più recenti dell’Unione Europea
    3. Il ruolo della segreteria didattica nella scuola paritaria cattolica.

    SALESIANI PER IL LAVORO - ONLUS

    Una proposta Salesiana per dare dignità e futuro!Senza lavoro non si può vivere...


    La Onlus Salesiani per il lavoro si rivolge a persone - giovani e adulti - che sono in età lavorativa e versano in condizione di disagio sociale, attraverso i servizi dell'informazione, dell'orientamento, della formazione e dell'aggiornamento professionale. Punta a favorire il loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Per maggiori informazioni sulle attività della onlus si può consultare il sito www.salesianiperillavoro.it
    Nella presente newsletter si allegano, la lettera del Presidente della onlus; la brochure di presentazione; un segnalibro.